REGOLAMENTO PER GLI ORMEGGI E L'UTILIZZAZIONE

DEGLI SPECCHI ACQUEI IN CONCESSIONE AL

FISHERMAN CLUB DI FANO

 

ART. 1 - I tratti di banchina del porto canale e gli specchi acquei assegnati al Fisherman Club di Fano sono riservati alle imbarcazioni dei soci autorizzati all'ormeggio dal Consi­glio Direttivo.

 

I precedenti titolari autorizzati all'ormeggio che hanno rinunciato alla loro concessione demaniale a favore del F.C.F. sono assegnatari di diritto.

 

ART. 1 BIS - Il socio assegnatario di un posto barca può assentarsi, per qualsiasi motivo dal suo ormeggio, per cinque anni consecutivi, purché comunichi il periodo di assenza previsto per iscritto: tale posto barca verrà assegnato provvisoriamente ad altri soci che ne facciano richiesta anno per anno.

 

In difetto di comunicazione, decorso un anno di assenza, l'assegnazione deve intendersi revocata.

 

Il socio assegnatario di diritto (che dovrà dare comunicazione), non potrà rioccuparlo non prima della scadenza dell'anno solare: per rioccuparlo ne dovrà comunque dare comunicazione, per iscritto alla segreteria, prima della scadenza dell'anno.

 

Si stabilisce inoltre che i soci che vorranno rioccupare il loro posto dovranno presentare il libretto di proprietà o l'atto notorio onde evitare accordi come espressamente vietato dal 3° comma dell’ART.8.

 

Alla scadenza dei cinque anni consecutivi prescritti, il socio che non riutilizzerà il suo specchio acqueo, pur avendo dato comunicazione, perde il diritto di assegnatario; tale termine di cinque anni, può essere interrotto riutilizzando il posto barca per almeno un anno solare.

 

L'ART.10 per effetto del presente articolo viene abrogato.

 

  

ART. 2 - Il diritto del socio al posto barca, è comunque subordinato al pagamento della quota sociale, nonché al pagamento della concessione, che dovrà essere versata al F.C.F. almeno dieci giorni prima della data che stabilirà la Capitaneria di Porto per il pagamento dell'intera concessione.

 

II mancato pagamento della quota sociale e/o della concessione comporta la revoca al diritto al posto barca.

 

Il Socio assegnatario o utilizzatore che non risulti in regola con il pagamento del canone entro il 30 aprile, perde a tutti gli effetti il diritto al posto barca, salvo che abbia comunicato per iscritto, antecedentemente la data suddetta, l'intenzione di utilizzare il posto barca e con impegno scritto di pagamento del canone, specificandone la data del pagamento che non dovrà eccedere i 60 giorni dalla comunicazione.

 

IL SOCIO ASSEGNATARIO O UTILIZZATORE CHE ALLA DATA DEL 30 APRILE ABBIA PERSO IL DIRITTO DI ASSEGNATARIO O UTILIZZATORE, E' OBBLIGATO A LIBERARE IMMEDIATAMENTE IL POSTO BARCA NEL CASO IN CUI SIA PRESENTE IL MEZZO NAUTICO.

 

IN DIFETTO E' FACOLTA' DEL CLUB LA RIMOZIONE COATTIVA DEL MEZZO CON RIVALSA DELLE SPESE SOSTENUTE.

 

ART. 3 - L'importo della concessione è stabilita dalla Capitaneria di Porto; ogni socio pagherà l'ormeggio in rapporto allo specchio acqueo che verrà ad occupare con la sua imbarcazione.

La lunghezza dello specchio acqueo viene calcolata misurando la distanza compresa tra gli interassi degli spazi a prua e a poppa, di ogni singola imbarcazione.

 

ART. 4 - L'importo di ogni singolo posto barca, come indicato nell'art. precedente, verrà aumentato per i costi dovuti per la concessione, registrazione, spese di cancelleria, forni­tura e messa in opera di cartelli indicatori lungo la banchina e di un sorvegliante con il solo compito del controllo degli ormeggi durante le ore diurne e notturne.

 

ART. 5 - L'autorizzazione all'ormeggio è subordinata alla titolarità da parte del socio, o dei soci, della proprietà di non meno di 12 carati della barca.

 

 

ART. 6 - Se, per un qualsiasi motivo il socio, titolare del posto barca e proprietario della relativa imbarcazione volesse interrompere ogni rapporto con il F.C.F., ha la facoltà di cedere a qualsiasi titolo la sua imbarcazione con il relativo posto barca ad ogni altro socio o ad altra persona che dovrà farsi socio, oppure al Fisherman Club che avrà anche la facoltà di provvedere alla sua riassegnazione a chiunque ne abbia fatto espressa e giustificata richiesta ad insindacabile giudizio del Consiglio Direttivo.

 

ART. 7 - La variazione di carati di proprietà o delle condizioni di armatore, dovrà essere comunicato al Consiglio Direttivo entro 30 giorni dall'avvenuta variazione, e comunque prima del rinnovo della concessione.

 

ART. 8 - Nel periodo di temporanea assenza dell'imbarcazione dal proprio posto barca, è facoltà del F.C.F., utilizzare l'ormeggio a propria discrezione, con l'onere di riconse­gnarlo all'assegnatario nelle stesse condizioni in cui lo ha temporaneamente lasciato libero.

 

Le domande scritte di assegnazione temporanea da parte di altri soci proprietari di barche, devono essere indirizzate alla segreteria del F.C.F.

 

Non sono ammesse transazioni dirette fra concessionari dei posti barca e gli assegnatari temporanei.

 

Il socio che si allontana dal proprio posto barca per più di quindici giorni, deve dare comunicazione alla segreteria del Club;

 

ART.9 - E' consentito allo associato, autorizzato all'ormeggio procedere al cambio della sua unità, purché l'unità subentrante sia di dimensioni pari o al più inferiore sino al 20% rispetto a quella in precedenza autorizzata.

 

E' consentito tra i soci lo scambio di posti barca, purché avvenga fra imbarcazioni di uguale lunghezza.

 

La lunghezza (ingombro massimo) delle unità autorizzate all'or­meggio viene considerata misurando anche:

ringhierini, delfiniere, plancette, porta ancore, scalette, motori fuoribordo o entrofuoribordo completamente alzati.

 

I proprietari delle unità ormeggiate avranno diritto di sostituire la precedente imbarcazione con una più lunga, purché la stessa con il motore fuoribordo o entrofuoribordo abbassato, cioè in fase di lavoro, rimanga perfettamente contenuta nello specchio acqueo assegna­to.

 

A tal fine i proprietari delle unità ormeggiate dovranno rilasciare apposita dichiarazione di impegno di non tenere alzato il fuoribordo ed entrofuoribordo.

Qualora il proprietario dell'unità ormeggiata proceda ad alzare il motore durante la sosta in banchina, dopo il primo richiamo fatto per iscritto dell'avvenuta infrazione al presente comma, verrà dichiarato decaduto dall'uso dello specchio acqueo con allontanamento, anche forzato, della sua unità.

 

ART. 10 - (abrogato dall'ART.1 BIS).

 

ART. 11 - Il socio non può avere più di un posto barca per l'ormeggio.

 

Egli deve mantenere in perfetta efficienza e pulizia la banchina corrispondente allo specchio acqueo a lui assegnato, eliminando qualsiasi presenza di catene, corde, corpi morti ed altro che possa arrecare danno alle imbarcazioni vicine o al passaggio lungo il camminamento.

 

L'imbarcazione in seconda fila deve consentire a quella in banchina, un facile passaggio per il transito in entrata ed in uscita.

 

Il Fisherman club è responsabile degli eventuali danni che si potrebbero verificare tra le barche dei singoli associati, o verso terzi durante le soste in banchina, SOLO SE DOVUTI A FATTO A LUI ADDEBITABILE.

 

IL F.C.F. HA STIPULATO APPOSITA POLIZZA ASSICURATIVA CHE COPRE TUTTE LE IMBARCAZIONI DEL CLUB CONTRO SINISTRI PROVOCATI DA CONDIZIONI METEO AVVERSE PER LE UNITA' ALL'ORMEGGIO. L'IMPORTO DELLA POLIZZA SARA' RIPARTITO IN BASE AGLI SPECCHI ACQUEI ASSEGNATI.

 

IL SOCIO AUTORIZZA LE PERSONE DESIGNATE DA F.C.F. ALLA VIGILANZA A SALIRE A BORDO NEL CASO INCUI IL TITOLARE NON SIA REPERIBILE MEDIANTE I CONSUETI MEZZI DI COMUNICAZIONE, QUALORA E L'IMBARCAZIONE SIA IN CONDIZIONI DI NECESSITA' DI MESSA IN SICUREZZA.

 

 

 

AUTORIZZA ALTRESI' ALLA COMUNICAZIONE DELL'EVENTO ALLE COMPETENTI AUTORITA' PER RAGIONI DI SICUREZZA PER GLI OPPORTUNI INTERVENTI, CON RIVALSA DELLE SPESE SOSTENUTE SUL TITOLARE DEL MEZZO NAUTICO.

 

ART. 12 - Il CD. eleggerà ogni 4 anni il socio addetto alla responsabilità della banchina; esso svolgerà tale funzione a titolo non remunerativo.

 

Il responsabile di banchina ha il compito di verificare l'applicazione delle norme e riferire al Consiglio Direttivo.

 

ART. 12 BIS - AI SENSI DELL'ORDINANZA N°65/2013 IL CLUB E' TENUTO A GARANTIRE LA RIMOZIONE E LA CUSTODIA DI UNITA' NAVALI IN STATO DI ABBANDONO E/O CHE SEPPUR NON SIANO QUALIFICABILI QUALI RIFIUTO, A INSIDANCABILE GIUDIZIO DELL'AUTORITA' MARITTIMA COSTITUISCANO PERICOLO O INTRALCIO PER LA SICUREZZA DELLA NAVIGAZIONE. FERMA RESTANDO LA FACOLTA' DI RAVALERSI VERSO TERZI PER LE SPESE SOSTENUTE.

 

IL FISHERMAN CLUB AL VERIFICARSI O PER PREVENIRE L'ACCADIMENTO DI EPISODI IMPREVEDIBILI E GRAVI HA FACOLTA' DI MODIFICARE TEMPORANEAMENTE L'ASSEGNAZIONE DEGLI ORMEGGI, IN TALE CIRCOSTANZA L'UTENTE E' OBBLIGATO A LIBERARE IMMEDIATAMENTE L'ORMEGGIO.

 

NEL CASO IN CUI L'UTENTE NON ADEMPIA A QUANTO DISPOSTO DAL CONCESSIONARIO, QUEST'ULTIMO PUO' PROCEDERE ALLO SGOMBERO COATTIVO DEL MEZZO NAUTICO CON PROPRIE RISORSE E RIVALERSI PER LE SPESE SOTENUTE.

 

SONO A CARICO DELL'UTILIZZATORE LE SPESE PER LA MODIFICA, SOSTITUZIONE E/O RIFACIMENTO DEGLI ORMEGGI PER GLI SPECCHI ACQUEI DATI IN CONCESSIONE.

 

ART. 13 - Il presente REGOLAMENTO, approvato dall'Assemblea Generale dei soci del 09-07-2015, e successivamente in data 01-03-2019, sarà comunque subordinato al rispetto della legge, dei regolamenti e/o disposizioni dell'Autorità Marittima.

 

ART. 14 - La gestione dei posti barca sarà effettuata senza alcun fine di lucro da parte del F.C.F. e quindi manterrà una gestione separata con bilancio autonomo che sarà soggetto alla verifica del Collegio dei Sindaci Revisori.

 

ART. 15 - I posti barca che si rendessero liberi verranno sorteggiati fra tutti i soci posses­sori di imbarcazioni aventi la stessa lunghezza di quella in precedenza ormeggiata, o se­condo quanto stabilito dall'art. 9.

 

ART. 16 - Qualora il Fisherman club dovesse cessare la sua attività, i posti barca verranno ceduti ai singoli soci autorizzati all'ormeggio o ad altra associazione da stabilire.

 

ART. 17 - Qualunque controversia relativa all'interpretazione e applicazione del presente Regolamento, sarà definita dal Consiglio Direttivo.

 

ART. 18 - Con il pagamento della concessione da parte dell'associato del Club, si intende accettato il presente regolamento in tutte le sua parti.